Gli Sfatichini, gli aiutanti del dr. Krampy







 

Piccole pallette di pelo color grigio carbone, con occhioni curiosi, cappelli da lavoro, guanti, occhialoni e gambette esili






 
Sfatichini
Sfatichini

Origini e Nascita

Gli Sfatichini sono nati da uno scherzo magico orchestrato da Lucy la stella, Steve il Candy Cane e BonBon l'elfetto pasticcere. Lucy e Steve, preoccupati per la stanchezza di Krampy nel gestire la fabbrica di carbone tutto solo, decisero di regalargli degli aiutanti speciali. BonBon, con la sua abilità nel creare dolci magici, preparò uno speciale sacchetto di popcorn al carbone, arricchendolo con una miscela magica di risate, gioia e note di canzoni Natalizie. Lucy contribuì con un tocco di magia alla creazione. Quando Krampy aprì il sacchetto, gli Sfatichini nacquero, saltellando fuori proprio come dei popcorn impazziti, portando un'ondata di energia buffa nella sua vita

Personalità e Carattere 

Gli sfatichini sono adorabili! Buoni di cuore, disposti a sostenere chi ha bisogno d’aiuto anche nei lavori più noiosi! Ogni sfatichino nasconde un segreto buffissimo… basta accendere la loro allegria con un pò di solletico e cambiano colore diventando bianchi come pallette di neve! Il primo ad accorgersi di questa caratteristica fu Potty, il gattone di Krampy, che scambiando uno sfatichino per un gomitolo di lana iniziò a giocarci facendogli un super solletico. Tuttavia, lo scorbutico Dr. Krampy non ama concedere loro questo piacere, preferendo mantenerli al lavoro e privi di distrazioni. Infatti quando uno sfatichino cambia colore, cambia anche il suo carattere!

Il loro colore grigiastro è dovuto maggiormente al lavoro che svolgono nella fabbrica di carbone insieme per il Dr.Krampy…

Quando sono sporchi di carbone, gli Sfatichini, pur avendo grandi abilità nella gestione del carbone, diventano lenti, pasticcioni e si distraggono facilmente creando di tanto in tanto qualche guaio divertente che Krampy dovrà risolvere sbuffando. Nonostante questo, gli Sfatichini hanno un affetto genuino per Krampy e lo aiutano con amore senza farsi tante domande. 

Ma se per caso dovesse capitare che diventino bianchi, il carattere degli Sfatichini si trasforma rendendoli giocosi, energici, entusiasti e pieni di vita. Quando sono bianchi, gli Sfatichini preferiscono giocare ed aiutare gli abitanti del Regno di Babbo Natale piuttosto che lavorare nella fabbrica di Krampy.

Relazione con Dr. Krampy

Gli Sfatichini sono diventati gli imprevedibili e pasticcioni aiutanti di Krampy dopo lo scherzo magico. Nonostante il loro carattere buffo e disordinato, portano una ventata di allegria nella sua vita e, a modo loro, lo aiutano nella fabbrica di carbone.

Morale

Gli Sfatichini, con la loro trasformazione da neri a bianchi, rappresentano la possibilità di scegliere tra un approccio alla vita burbero e distante o un atteggiamento giocoso e leggero. Incoraggiano i bambini a trovare la propria via, scegliendo la gioia e la consapevolezza anziché vivere secondo abitudini senza consapevolezza.

Motto degli Sfatichini

Nessun dramma, faccio tutto pian pianino… se sei come me, sei un vero sfatichino!

La storia degli Sfatichini

Non tutti sanno che gli Sfatichini sono arrivati nel Regno di Babbo Natale in un modo davvero buffo! E’ la storia del Dr.Krampy e di un Regalo inatteso… siete pronti a leggerla con noi?

Dr.Krampy e il regalo inatteso.

Era la vigilia di Natale nel Regno di Babbo Natale, e la neve adornava il paesaggio con un manto candido. In quella notte magica, al rientro di Babbo Natale dal grande viaggio, Steve il CandyCane stava ultimando i preparativi per la tradizionale festa del Regno!

C’era però qualcosa che non andava… Erano tutti impegnati e felici a parte lo scorbutico Dr.Krampy che sembrava ancora più insofferente del solito. “C’è qualcosa che non va” disse Steve rivolto a Lucy che gli svolazzava intorno… “Krampy sembra strano, Lucy guardalo un pò”. “Hmmm… si Steve hai ragione…” e prima che i due continuassero con il ragionamento, Buddy il 100% Elfetto che li ascoltava da un pò intervenì: “è stanco! Guardatelo bene… sbuffa anche meno del solito! Babbo Natale ha noi… lui è solo nella fabbrica del carbone! Fa tutto da solo… sembra proprio super stanco!”. “

Ci sono!” Esclamò Steve… “troviamogli degli aiutanti”! Buddy pensò che fosse un’ottima idea, aggiungendo però con un filo di sconforto “sarebbe fantastico! Ma è talmente orgoglioso che non vorrebbe nessuno intorno…”. La serata trascorse magica come da copione. All’alba del nuovo giorno, Lucy andò a svegliare Steve che dormiva nella sua casetta! Un grande raggio di luce ed il suo amico, in men che non si dica, era già inpiedi… Lucy voleva riprendere il discorso della stanchezza di Krampy.

Dopo qualche risata, i due decisero di organizzare uno scherzetto dolce per riaccendere l’umore Krampy e, allo stesso tempo, aiutarlo nel suo duro lavoro nelle miniere di carbone.

I due amici si diressero spediti verso il laboratorio di BonBon, l’elfetto pasticcere! Ogni creazione di BonBon oltre ad essere infinitamente buona, era anche magica! Tutti i dolci del Regno erano realizzati da lui che dopo aver ascoltato le intenzioni di Lucy e Steve decise di aiutarli nell’impresa.

BonBon preparò uno speciale sacchetto di popcorn al carbone, arricchendolo con una generosa dose della sua magica miscela risate, gioia festaiola di Steve e note di canzoni natalizie! Prima che chiudesse il sacchetto, Lucy ci spolverò dentro un pò della sua luce… era tutto pronto! La creazione, frutto della loro collaborazione, avrebbe portato a Krampy l’aiuto di cui aveva bisogno!

Steve e Lucy confidarono ai loro amici il piano e tutti decisero di prendere parte all’impresa. Si misero tutti dietro gli enormi cespugli di agrifoglio per godersi la reazione di Krampy quando Lampo, posò il sacchetto di popcorn magici direttamente davanti alla porta della miniera e una volta suonato il campanello raggiunse gli amici dietro ai cespugli in meno di un secondo!

Krampy, affacciandosi, vide il misterioso regalo e dopo essersi guardato un pò intorno, con la sua tipica burbera espressione, lo portò nella sua dimora. La notte si riempì di suspense “Hmmm, PopCorn al carbone!” E senza badare al fatto che nel sacchetto, in piccolo ci fosse anche la scritta “Sfatichini pronti all’uso!” Aprì il sacchetto pensando di concedersi un gustoso snack.

Ecco che invece, come un botto di una pentola di popcorn, saltarono fuori decine e decine di buffe pallette di pelo con gli occhioni, cappelli da lavoro, guanti e occhialoni! Gli Sfatichini nacquero saltellando fuori dal sacchetto magico portando un'ondata di energia buffa nella stanza. Uno di loro aveva un cappellino con scritto “100% Sfatichino”. Un altro aveva una spilletta luccicante che diceva “aiutanti ufficiali del Dr.Krampy”. Krampy, colpito da stupore e addirittura abbozzando un sorriso, decise ovviamente di cacciarli.

"A me non serve l'aiuto di nessuno!" gridò Krampy, cercando di scacciare gli Sfatichini dalla stanza mentre continuavano a saltare fuori dal sacchetto buttando a terra qualsiasi cosa che colpissero. "Via di qui!"

Gli Sfatichini ignorandolo completamente mentre urlava, invece di andarsene, impassibili e con la faccia buffa di chi ha tutto meno che voglia di lavorare, iniziarono a rimettere in ordine tutto il casino che avevano fatto, dimostrando una sorprendente abilità. Krampy, nonostante la sua risolutezza, non poté fare a meno di notare la loro efficienza.

"Voi chi siete?" urlò Krampy, cercando di mantenere la sua burbera compostezza. "Via di qui, non ho tempo per buffonate!”.

Ma gli Sfatichini, imperterriti continuarono finché la stanza non fosse in perfetto ordine.

"Va bene, va bene," disse Krampy, quasi a malincuore. "Se proprio volete aiutare, potete restare. Ma niente sciocchezze Natalizie, capito? Il vostro posto sarà con me nella fabbrica del carbone e mi aiuterete nella produzione!”.

Gli Sfatichini, contenti di aver trovato un lavoro, ma senza la minima intenzione di lavorare, iniziarono a portare un tocco pasticcione di magia nella fabbrica del Dr.Krampy. Da quella notte, l'aria nella fabbrica di carbone era più leggera, e l'atmosfera, insolitamente più buffa. La magia del Regno di Babbo Natale aveva regalato a Krampy un sorprendente aiuto e, allo stesso tempo, una compagnia che non sapeva di desiderare.