fbpx
elefetto

La letterina per Babbo Natale: oltre una semplice tradizione...

Quella della letterina per Babbo Natale è una delle prime tradizioni ad installarsi nella nostra vita di bambini. Dietro a quella che può sembrare una semplice lista di desideri, c’è una buona abitudine che non dovremmo mai perdere. Mentre scrive la letterina a Babbo Natale, il bimbo, in tutta la sua splendida purezza, si rende meritevole di ciò che desidera e chiede. Lo fa con la promessa di essere buono e migliorare in tutte quelle occasioni dove riconosce di aver fatto arrabbiare mamma e papà. Siamo capaci di trasmettere ad un figlio questa incredibile tradizione? Per farlo al meglio, forse dovremmo provare a recuperarla noi… sì proprio noi, bambini con qualche primavera in più.

letterina babbo natale

Probabilmente molti di voi avranno già smesso di leggere, ma per quei pochi che sono ancora attenti sveleremo la magia che c’è dentro ogni foglietto che inizi con: “Caro Babbo Natale…”.

Non usiamo a caso il termine Magia, perché rivolgersi a Babbo Natale apre una finestra verso quella parte di noi che siamo abituati a non ascoltare con opportuna attenzione, quando per pigrizia, quando per orgoglio, un po’ come il grillo parlante di Pinocchio. E’ una parte saggia, la nostra coscienza, quindi prima di dire “Babbo Natale non esiste” ricordiamoci che affermare una cosa del genere sarebbe un po’ come ammettere di non aver coscienza, di non esistere… che assurdità!

Ok, abbiamo fatto un grande passo avanti allora. Abbiamo appena scoperto di esistere e se saremo ancor più fiduciosi arriveremo alla consapevolezza di Essere. Ma facciamo un passo per volta. Dunque eravamo a “Caro Babbo Natale…” e qui iniziano 3 fasi ben precise a comporre la famosa Letterina a Babbo Natale.

FASE 1: “Per regalo vorrei tanto…”.

C’è sempre un motivo ben preciso per cui ci spingiamo a fare o non fare una determinata cosa. Il Bambino scrive la letterina a Babbo Natale perché vuole un regalo. E la volontà del Regalo tanto desiderato è proprio la scintilla che accende luce sul percorso da compiere per ottenerlo. Non sarà un percorso facile, perché per ottenere il bello e il buono c’è tanto lavoro da fare. La domanda da farci è dunque, COSA VOGLIAMO? La nostra coscienza ci ascolta, Babbo Natale ci ascolta. Dunque, il bimbo scriverà, “Caro Babbo Natale quest’anno per Natale desidero tanto una macchinina telecomandata”. Per noi bimbi più grandi, diventare una persona migliore, sarebbe un desiderio fantastico.

FASE 2: “Quest’anno sono stato…”. Ovvero: Esame di Coscienza.

Questa è sicuramente la fase più complicata, perché è quella dove bisogna essere davvero sinceri con Babbo Natale, armarsi di umiltà e cercare in tutte le situazioni che stiamo vivendo i lati di noi che possiamo migliorare. Il Bimbo che scrive in questa fase della letterina confesserà qualche marachella, ma attenzione, è fondamentale sollevare il bambino e noi stessi da qualsiasi imbarazzo nel riconoscere i propri errori… Babbo Natale ci dice chiaramente che un errore non deve essere una mortificazione, bensì una preziosa opportunità per incidere nella lista dei buoni il proprio nome. Accettiamo anche ciò che è negativo con l’entusiasmo di chi finalmente scopre da che parte iniziare per migliorare.

FASE 3: “Prometto di…”. Ovvero: Orientamento delle Intenzioni

Eccoci qua!! Nella prima fase abbiamo chiarito un obiettivo: “Caro Babbo Natale quest’anno vorrei una bella macchinina”. Nella seconda fase abbiamo indagato gli ostacoli che fino ad oggi ci hanno impedito di raggiungerlo: “Si, qualche volta ho disobbedito a mamma e papà e li ho fatti arrabbiare”. In questa terza fase si passa all’azione: “ma da oggi in poi ti prometto che mi impegnerò al massimo per essere ancora più bravo”. Quando l’intenzione di migliorare diventa azione siamo già incamminati verso il meritato regalo.

Queste tre fasi, anche se ora prese in esame per la Letterina di Babbo Natale, sono fondamentali per una Vita virtuosa. Sarà meraviglioso trasmetterle ad ogni bambino pensando a quanto utile sarà questo esercizio durante la sua crescita. Un esercizio che si può davvero applicare su tutto, esempio praticissimo: “Caro Babbo Natale vorrei un corpo migliore e meno pesante (fase 1). Si ultimamente ho preso qualche chilo mangiando in modo non pulito (fase2). Prometto con motivazione e disciplina di raggiungere la forma che desidero (fase3)” La Letterina di Babbo Natale è una letterina che da adulti scriviamo alla nostra coscienza, a quella parte di noi che non dovremmo mai mai mai smettere di ascoltare perché è proprio da essa che riceviamo i consigli per FARE I BRAVI.

Vi Vogliamo un Mondo di Bene!
Il Regno di Babbo Natale