Natale: il “piccolo” grande Principe che è dentro di noi

“Qui lasci il presente! Da qui inizia il magico cammino, per tornare a vedere il mondo con gli occhi di un bambino”

Questa è la frase posta sull’architrave della magica Porta del Regno di Babbo Natale.

piccolo principe natale

Proprio come per lo spaesato Dante Alighieri all’inizio del suo incredibile viaggio, chi di noi arriva davanti alla Porta del Regno di Babbo Natale è subito informato su cosa realmente significhi attraversare quella soglia. Varcare quella soglia significa dunque rientrare dentro sé stessi per ritrovarsi insieme a quel bambino che eravamo e che abbiamo lasciato da solo durante la nostra crescita.

Un bimbo puro, i cui occhi non vedono ché meraviglia… Il fatto è che, per crescere, non c’è alcun bisogno di oscurare o mettere da parte questo preziosissimo contatto con la nostra parte più pura. C’è chi la copre per difesa, per non essere debole, o chi semplicemente si lascia sopraffare dalla razionalità.

regno natale piccolo principeSu questo, Antoine de Saint’Exupery ha scritto uno dei libri più importanti della letteratura moderna: il Piccolo Principe. Un racconto per tutte le età che sottolinea l’importanza del crescere continuando a coinvolgere quel bambino interiore che ci consentirà di vivere una vita più piena e colorata.

Quel bambino è ciò che realmente siamo. Spesso questo lo confondiamo con ciò che si diventa, con ciò che si fa… Fate una prova, quando chiedete a qualcuno: “chi sei?” 9 volte su 10 vi risponde con ciò che fa di professione! D’altra parte, ciò che crediamo di essere non è altro che il risultato di una vita influenzata da mille varianti, a partire dal luogo in cui nasciamo, dai genitori che abbiamo avuto, da chi frequentiamo, dalla scuola e così via… Prima di tutto questo, c’è una Luce pura, ed è solo lì che riusciremo a trovare ciò che realmente siamo.

Ripristinare un collegamento diretto con il nostro bambino interiore, aggiunto alla consapevolezza di chi crescendo ha esperienza per stare al mondo, è la ricetta segreta delle persone più ricche e fortunate del mondo.

Corsi e ricorsi storici, letterali e spirituali continueranno sempre a portarci d’innanzi a questa porta… e ci sarà un motivo importante se l’uomo “crescendo” si imbatta continuamente in questi concetti. Accade perché la Vita vuole il nostro Bene e ci propone all’infinito (finché non la prendiamo) la strada per dare alla nostra crescita un senso di miglioramento e realizzazione che tutti meritano ma pochi raggiungono… eppure è proprio li davanti… ma servono altri occhi per vederla!

Il Piccolo Principe… per noi del Regno di Babbo Natale è chiaramente una metafora molto ben aderente al progetto che stiamo realizzando. Basta solo pensare al Principe come PRINCIPIO per capire che il Natale, ovvero la Nascita che noi andiamo celebrando, altro non è che il nostro “piccolo Principio”. E nel principio… noi siamo puri. In quella purezza abbiamo gli occhi che ci permettono di vedere ogni singolo colore della Vita.

Andando avanti così, scopriremo che questa purezza è un punto di convergenza… quando ci incontriamo li non solo siamo tutti uguali, ma siamo anche una cosa sola. Ecco perché il Natale è l’unica Tradizione che ha la forza di distruggere ogni nostra convinzione razionale per riuscire a vedere le cose da più punti di vista. Quando si dice che “A Natale siamo tutti più Buoni” questo è possibile proprio perché in quel periodo (che arriva per ognuno di noi in momenti diversi) siamo disposti a guardare oltre ogni nostra convinzione razionale.

Si, è vero, il Regno di Babbo Natale nasce per essere un grande e super fornito negozio di decorazioni Natalizie… ma, per chi è veramente attento, c’è tanto altro da scoprire. Le intenzioni, la filosofia e i motivi per cui è stato creato e che lo terranno in attività per gli anni a venire, vanno ben oltre il commercio (cosa che lo tiene fisicamente in vita).

La magica Soglia del Regno di Babbo Natale è stata fondata per indicare ad ogni visitatore la strada verso la propria parte più intima e pura, dando ad ognuno dimostrazione del fatto che anche nel momento più brutto si ha la possibilità di raccogliere conforto e meraviglia.

Quando questo avviene… le luci che amiamo vedere intorno, iniziano ad accendersi dentro di noi… e sarà Natale in ogni nostro ritrovato, aggraziato ed entusiasta gesto d’amore disinteressato.

Vi Vogliamo un Mondo di Bene